Le nostre culle legno resistenti sicure e conformi a tutti gli standard europei

In vimini o in legno massello? In ferro oppure in stoffa? Scegliere la culla ideale per il neonato è un’operazione tutt’altro che semplice e scontata. In commercio, infatti, è oggi possibile reperire diverse tipologie di culla, adatte a soddisfare esigenze altrettanto differenti. Tuttavia, indipendentemente dalle proprie preferenze e dalle necessità personali, vi sono regole di base che andrebbero sempre osservate e rispettate, prima di procedere all’acquisto di una culla per il proprio bambino.

La sicurezza prima di tutto
Ovviamente, le norme comuni per la sicurezza occupano un posto di assoluto rilievo quando ci si appresta a scegliere una culla. Quest’ultima, infatti, deve rispondere agli standard dettati dalla normativa europea, ovvero la EN1130 e la EN716, fra i quali si ricordano una altezza minima delle sponde pari ad almeno 60 cm, una distanza fra le stecche tra i 6 e i 7,5 cm, per evitare che il neonato possa infilarvi la testa, e, naturalmente, la totale assenza di qualsivoglia parte sporgente o appuntita.

Il primo passo, quindi, è accertarsi che nel libretto interno di istruzioni della culla sia presente la relativa dicitura di conformità.Culle in vimini, in legno e in ferro: quale materiale scegliere?
I materiali adibiti alla costruzione delle moderne culle sono i più svariati: si spazia così dalle robuste soluzioni in ferro, a quelle in solido legno massello, dalle semplici varianti in stoffa a quelle più classiche in vimini. In generale, non c’è un materiale che possa considerarsi il migliore in assoluto, ma la scelta dovrà essere calibrata in base alle singole esigenze di genitori e neonato.

Un principio sempre valido, però, può essere quello di prediligere versioni semplici, senza troppi fronzoli, ma dalla sicurezza accertata, con una struttura robusta e senza spigolature. Perchè scegliere una delle nostre culle in legno? Iniziamo con il dire che le culle legno di abete sono le migliori perchè il materiale utilizzato, l’abete appunto, presenta delle caratteristiche fondamentali per la sicurezza del bambino.

Il legno d’abete possiede queste peculiarità:  è considerato uno dei tipi di legno più ecologici. Questo perché l’abete cresce con estrema facilità e anche molto rapidamente e l’abbattimento non provoca danni ai boschi. Il legno di abete si distingue per alcune peculiari caratteristiche che lo rendono estremamente adatto ai più svariati usi: trattiene bene il calore oltre ad essere un ottimo conduttore, possiede un’ottima resistenza alla compressione e reagisce bene agli sbalzi termici per questo può essere impiegato a qualsiasi altitudine. Altro grandissimo pregio di questo legno è quello di restare pressoché indifferente alle scosse sismiche e di fungere bene anche come isolante acustico. Il legno di abete si usa molto spesso per la creazione di pensiline esterne sia per la sua colorazione chiara che per la sua duttilità.