Culla neonato l’accessorio utile alla salute del neonato

Sarà colpa del surriscaldamento globale o di una mutazione genetica che le rende più resistenti alle temperature più basse, fatto sta che le zanzare sono presenti nelle nostre case tutto l’anno. Mentre gli adulti si difendono contro le loro punture all’arma bianca, l’inossidabile ciabatta, il neonato non ha altre difese se non il pianto. Per proteggere la culla neonato dalle incursioni notturne di zanzare e altri insetti, l’alleato ideale è la zanzariera applicata alla culla. Si tratta di una morbida tenda traforata che tiene lontani gli ospiti indesiderati, ma lascia passare l’aria. Può essere sistemata sulla culla e anche su lettini, passeggini e carrozzine. Ecco come scegliere quella giusta. Attenzione alle dimensioni. Quando si deve acquistare una zanzariera per la culla, il primo parametro da considerare è la sua dimensione. Infatti, esistono diversi modelli con grandezze e caratteristiche differenti. La zanzariera dotata di elastico sul fondo, solitamente disponibile nelle dimensioni 60×120 cm o 70×140 cm, è l’ideale per culle e lettini dalle dimensioni e forme standard (ovali o rettangolari). Garantisce una copertura a prova di ogni movimento, perché si fissa sul profilo finale della culla e copre ogni eventuale apertura (superiore e laterali).C’è anche la versione a baldacchino. Esistono anche modelli più “scenografici” e a baldacchino. Questo tipo di zanzariera si può appendere al soffitto, adagiare sulla culla o sul lettino oppure montare con le apposite intelaiature. Le zanzariere da appendere al soffitto hanno dimensioni più importanti, dai 4-6 metri di larghezza ai 2-3 metri di altezza. I modelli da applicare alla culla con l’intelaiatura (composta da un’asta di ferro regolabile con un gancio all’estremità superiore), invece, misurano circa 180×460 cm. Queste opzioni sono consigliabili in caso di culle dalle forme o dalle dimensioni diverse da quelle standard. Meglio scegliere tessuti lavabili. Ci sono zanzariere per tutti i gusti, di tutti i colori e impreziosite con ricami e dettagli di ogni genere. A parte l’aspetto estetico, da valutare in base alle proprie preferenze e all’arredamento della cameretta del neonato e alle dimensioni, anche il tipo di tessuto può orientare la scelta. Meglio scegliere una zanzariera di tulle e tessuto lavabile in lavatrice (solitamente poliestere). Infine, fare attenzione ai “pacchetti completi” che comprendono anche il supporto, controllando che si tratti di prodotti dotati del marchio CE (garanzia di conformità con le normative vigenti in materia di sicurezza).