costa culla, dipende da numerosi fattori

Quanto può costare acquistare una culla?
La spesa da mettere in preventivo per poter acquistare una culla dipende da numerosi fattori, che riguardano sia caratteristiche proprie delle marche e dei singoli modelli, sia le esigenze del compratore.
Su questo particolare tipo di spesa influisce un certo corredo emotivo. Se, ad esempio, acquistare una lavatrice è un processo del tutto razionale, nel quale si prendono in considerazione solo gli aspetti strettamente legati alla funzionalità e alla spesa, comprare una culla è un affare completamente diverso.
Già, perché quando si tratta dei materiali che il proprio bimbo avrà vicino per lungo tempo, la loro struttura e solidità, nonché eventuali aggiunte che la rendono più pratica, entrano in gioco molti altri fattori. Se la sicurezza del proprio bambino è l’aspetto più importante quando si considera l’acquisto di una culla, esistono altre caratteristiche da prendere in esame. Vediamo di seguito quali.

Sicurezza prima di tutto
Abbiamo già elencato la sicurezza come il fattore principale da considerare quando si pensa di comprare una culla. La scelta del prodotto si dovrà necessariamente orientare su dei modelli che rispettano i più alti standard di qualità nella realizzazione. In questo modo, si previene uno scenario nel quale il bimbo potrebbe infilare la testa nel momento in cui inizierà a muoversi. Inoltre, è molto importante che la culla non presenti parti sporgenti o appuntite che potrebbero ferire il bambino.

I materiali fanno la differenza
Le culle per neonati disponibili in commercio possono essere costruite con un’ampia varietà di materiali, il che ovviamente si traduce in prezzi molto diversi tra loro. Esistono soluzioni in ferro, sicuramente le più robuste in assoluto, che però portano anche a un aumento del budget da mettere in preventivo. A seguire troviamo modelli in legno massello fino alle varianti più basiche come quelle in vimini e stoffa, ad oggi poco usate ma molto economiche.
Teniamo presente che la culla sarà a tutti gli effetti la casa del bambino per un lungo tempo e sicuramente per i mesi più delicati del suo percorso di crescita. Per questo, nel processo decisionale va sempre tenuto conto di questo aspetto, prima di scendere a compromessi basati solo sul fattore economico.

Tanti modelli diversi, uno per ogni esigenza
Elenchiamo di seguito i tipi principali di modelli disponibili, in ordine decrescente di prezzo.
Esistono in commercio modelli pensati per essere affiancati al letto matrimoniale, permettendo di fatto ai genitori di dormire a fianco del proprio bimbo, potendolo sorvegliare senza però condividere il letto. O ancora, i modelli provvisti di ruote sono forse quelli più pratici, soprattutto per chi ha l’esigenza di spostare la “casa mobile” del proprio bimbo in diversi ambienti della casa. Le culle con ruote risultano però forse meno solide delle loro controparti fisse.
Infine, un tipo particolare di culla è quella a dondolo. Questa è la variante che consente al bimbo il miglior grado di rilassamento e lo aiuta a contrastare i dolori derivanti dalle prime coliche, di cui spesso può soffrire nei primi momenti della sua vita.

Un occhio al futuro può orientare l’acquisto
Nell’acquisto di una culla e, quindi sulla decisione della fascia di prezzo sulla quale orientarsi, pensare in prospettiva potrebbe rivelarsi molto utile. Ad esempio, se in programma potrebbe essere compreso l’arrivo di un secondo figlio, ecco che la scelta sarebbe preferibile si orientasse su un modello molto resistente, optando magari per qualche formula di finanziamento.

Riassumendo, la gamma di prezzi dipende moltissimo dalle caratteristiche appena elencate. Per i modelli basici senza alcuna personalizzazione, che consistono sostanzialmente della struttura, il prezzo può fermarsi anche circa sui cinquanta euro, una cifra sicuramente abbordabile ma che comporta un buon numero di compromessi sulle funzionalità che una neomamma potrebbe voler avere dalla propria culla. Per chi è disposto a spendere qualcosa in più senza scendere a compromessi, le culle più belle e solide possono arrivare a costare fino a ottocento euro.